Avviso alle donne di Poste Italiane s.p.a, applicate sul front-end.

Siamo venuti a conoscenza, già da qualche tempo, che vi sono “uomini”, che approfittano della possibilità di avvicinare, durante le operazioni di sportello, le dipendenti, per scopi illeciti. Ci spieghiamo meglio. Tutto è  nato molti mesi fa quando una collega mi raccontò che un cliente , conosciuto in ufficio durante il lavoro, tornando più volte ad effettuare operazioni, l’aveva invitata prima per un caffè, poi per una cena e da li era nata una amicizia che si è poi trasformata in qualcos’altro. La modalità di approccio nella relazione era ossessiva, molte telefonate durante il giorno, visite in ufficio, interessamento per la sua situazione economica, interessamento alle proprietà immobiliari familiari, intromissioni nelle relazioni con i figli… Pressioni. In tutto questo, vi era la consapevolezza da parte della collega di non essere completamente libera nelle azioni e soprattutto di “avere la mente come annebbiata”, stava male ma non riusciva a venirne fuori. Questa condizione , consigliata anche da noi, la portò ad andare in terapia da un psicologo, il quale conduceva una terapia di gruppo, dove vi erano più situazioni di questo tipo. Nel corso delle sedute il terapeuta spiegò loro, che purtroppo vi sono molti casi di questo tipo e la causa è da attribuire a persone che utilizzano delle tecniche di ipnosi indotta. Si tratta di veri e propri gruppi organizzati ,che hanno le loro “scuole” nel  Nord Europa, Olanda e Germania. Questi signori utilizzano dei gesti, come aggrottare le sopracciglia, toccarsi o toccare il lobo dell’orecchio, oppure chiamano spesso al telefono o mandano dei messaggi, tutte tecniche atte a creare una dipendenza psicologica al fine di rendere il soggetto disposto ad affidarsi a loro anche economicamente. Questo fù il primo caso che ci capitò di incontrare, ma dopo poco tempo ve ne fù un altro, sempre di una nostra collega che dopo anni di una relazione simile, scoprì di essere stata manovrata psicologicamente con importanti danni economici. Infatti la stessa persona che aveva usato la collega subito dopo, avvicinò un’altra donna che lavora sempre in un ufficio postale sempre allo sportello  e con la stessa tecnica entrò nella sua vita, questa volta facendosi “mantenere” anche in casa. Dunque La tecnica è sempre la stessa, cercano donne sole, magari con  problemi anche psicologici dovuti a lutti, bisognose di amicizia e di affetto . Lanciammo questo allarme già qualche mese fa durante un giro di assemblee, e da allora purtroppo le segnalazioni sono aumentate. Abbiamo saputo che alcuni di loro si spacciano per consulenti finanziari, ma in effetti non lo sono, abbiamo saputo che alcuni di loro sono pericolosi avendo a loro carico molti provvedimenti giudiziari. Vi invitiamo quindi a fare molta attenzione , se vi capita di conoscere dei clienti particolarmente affezionati, verificate la loro gestualità, il loro interesse per voi e per i vostri soldi o beni, notate se spariscono per lunghi periodi e non vi dicono dove vanno, notate anche se vi tengono lontane dalla loro vita e dalla loro casa. Quindi Attenzione e sopratutto informateci. Ad oggi non ci risultano casi che coinvolgono anche uomini, però potrebbero esserci. Anche su questo, mettiamoci in collegamento. Le nostre esperienze come vedete servono a tutti. Le due colleghe sono uscite da queste storie, non solo, ma dopo un lungo periodo di pedinamenti e prove certe hanno anche denunciato questi signori. Altre donne sono in terapia. Un bacio e non disperdiamoci. La Redazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.