Segnalazioni

Lasciate qui le vostre segnalazioni  oppure inviatele con un’email a: segnalazioni@ildiavolettodelleposte.it.

Solo per il Lazio è attivo il seguente contatto telefonico: 3355999853. Grazie per la cortese collaborazione. La Redazione


Maurizio D'Istria

Sono un dipendente ancora in servizio a Tortona come sportellista, Filiale di Alessandria, che ha chiesto l’esodo anticipato incentivato alla Filiale di Genova dal lontano Febbraio 2017, dopo ripetuti rinvii, a Luglio 2017 ho avuto un incontro con la responsabile R.U. di Genova, la quale dopo aver appreso la mia condizione contributiva e la mia età, mi congeda dicendomi che mi avrebbe fatto sapere dopo le vacanze. A Settembre ho cominciato a telefonare per avere delle info. ma il telefono squillava senza risposta. Sono andato avanti fino a Ottobre, sono riuscito a parlare con la responsabile R.U. che puntualmente mi rimandava al mese successivo, fino ad arrivare ai primi di Dicembre dove in un contatto telefonico mi riferiva che al momento non c’era nulla in programma e che la dovevo contattare a Gennaio 2018 per vedere se qualcosa era cambiato. Dopo i soliti contatti e rimandi al mese successivo, a Marzo, la responsabile R.U. di Genova, finalmente ( dopo un anno), manda una mail alla Filiale di Alessandria, dove comunica le mie intenzioni di esodo.Visto che non accadeva nulla, ho ritelefonato a Genova, che a sua volta, inviava una nuova mail ad Alessandria. Ho avuto un incontro con la responsabile di Filiale ad Aprile che mi comunicava che al momento non poteva muovere nessuno, perchè aspettava movimenti interni di personale e quindi mi ha rimandato a Settembre……. Chiedo, è possibile mai che una persona debba penare in questo modo, solo perchè qualcuno non fa il suo lavoro come si deve, arrogandosi il diritto di decidere il futuro di un’altra persona ? Un’ultima cosa: mia moglie lavora come insegnante, ha chiesto il trasferimento a Napoli e se questo dovesse accadere, a Settembre mi troverei a stare ancora ad Alessandria, mia moglie a Napoli, con una casa da trovare in affitto e un trasloco da fare……Tutto questo è a conoscenza sia R.U. di Genova che R.U. di Alessandria. Concludendo, mi sento preso in giro da persone che non hanno cura del personale e disattendono le direttive e gli accordi aziendali.

Admin

Se ritieni alla luce di quanto esposto ingiusto e se ritieni che ci siano delle palesi contravvenzioni contrattuali puoi rivolgerti direttamente all’ispettorato del lavoro per sporgere una documentata denuncia, dove esporrai i fatti citati chiedendo il ripristino della legalità

Maurizio D'Istria

Salve, lavoro in Piemonte e precisamente a Tortona, voglio segnalare che sono da 15 gg. che la postepay lunch non viene accettata, poichè i negozianti associati, dicono che non vengono pagati. Mi domando cosa ne faccio di questa postepay con i ticket che sono ancora dentro??? Questo accade anche in altre Regioni? Quale comportamento ? Credo che un po’ tutti ci chiediamo cosa accadrà e se la questione potrà risolversi….. Si attende risposta!

Admin

Ci sono mancate fruizioni dei buoni pasto su tutto il territorio. Anche l’azienda si è mossa per un ripristino di quanto è dovuto da ogni singolo lavoratore.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.